Laguna del Burcio

Le aree lagunari adiacente alla foce del Po di Pila (Basson e Burcio), un tempo pescose, ora sono totalmente improduttive a causa della chiusura degli scanni litoranei a seguito dell'entrata di acqua dolce e conseguente trasporto solido del fiume Po negli ultimi anni.

La vivificazione del Burcio, in sinistra Po di Pila, si potrà ottenere con semplici opere di modificazione dell'idrodinamica locale con la finalità di amplificare la propagazione della marea. L'azione più efficace consiste da un lato nel realizzare canali e piccole barene per rendere maggiormente dinamici i flussi di corrente e i ricambi idrici e dall'altro nel riaprire e ridimensionare l'imboccatura che mette in comunicazione la laguna con il mare.

I canali di flusso principale, scavati all'interno della laguna, convoglieranno le acque di marea e garantiranno un adeguato ricambio idrico lagunare.

Con il materiale dragato dai canali sarà ricostruito analogamente a quanto previsto per la laguna del Basson, habitat originariamente presente, tipico degli ambienti lagunari ( barene ).

Questo sito utilizza cookies per la sua funzionalità. Utilizzandolo accetti che vengano scaricati sul tuo apparecchio.

Leggi la privacy policy

Leggi la direttiva europea sulla e-privacy

Hai rifiutato i Cookie. Questa decisione può essere cambiata.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.